no gioco patologicono gioco patologico

Giocare alle Slot Classiche nei Casinò

 

netbet

Se fino a pochi anni fa erano poche le varianti di slot machine alle quali era possibile giocare, oggi, con la legalizzazione del gioco d'azzardo e la contemporanea fioritura delle sale da gioco su internet, la situazione è completamente cambiata ele slot machine classiche hanno perso molto terreno a tutto vantaggio delle slot dalle caratteristiche più moderne.

Infatti, non tutti sanno probabilmente che le slot sono un gioco già in circolazione da circa un secolo. La loro storia risale fino all'anno 1895, quando Charles Fay ebbe la brillante idea di sviluppare la prima di queste macchine. Il primo modello finì nel negozio del suo inventore, a San Francisco, e prendeva spunto da un progetto che mirava a portare il gioco del poker all'interno di apparecchi meccanici automatici.

A causa dell'elevata complessità, il piano iniziale non fu portato a temine ma pose le basi per quella che passò alla storia come Liberty Bell, il primo modello di slot in assoluto. Ben presto, questo gioco si diffuse e nacquero varie aziende che si occupavano della loro realizzazione. Col passare degli anni, l'adozione di questi mitici apparecchi da parte dei casinò terrestri di tutto il mondo ne consacrò il successo.

 

Le slot machine a payline singola: un successo che continua ancora oggi

Ai tempi la prima macchinetta era fatta di metallo e al suo interno c'erano solo 3 rotelline, una piccola fessura per introdurre la moneta per giocare e una leva all'esterno per iniziare la partita. La sua diffusione nei saloon fu immediata, ma come accennato il vero boom ci fu nel momento in cui anche i casinò decisero di adottare questi giochi, spingendo i costruttori a migliorarne sempre più le caratteristiche.

Le vecchie slot machine hanno ben poco in comune con le moderne videoslot, se non il concetto di gioco. Esse erano infatti realizzate completamente di componenti meccaniche che venivano azionate dalla leva posta sulla loro destra che il giocatore doveva tirare per caricare la molla che avrebbe poi dato il via alla rotazione dei rulli una volta rilasciata. Nonostante fossero divertenti ed innovative per il periodo storico in cui vennero introdotte sul mercato, la complessità dei loro meccanismi e l'elevato numero di componenti le costringeva a subire frequenti guasti e periodi di manutenzione: è anche per questo motivo che il passaggio alle slot machine elettroniche portò un enorme vantaggio.

L'elettronica rappresenta, infatti, il vero punto di svolta per il passaggio dalle slot machine classiche a quelle moderne. Essa ha permesso la realizzazione di giochi sempre più complessi e l'introduzione dei jackpot progressive, tanto amati dai giocatori e che sono oggi una delle più grandi attrattive di questi giochi. Il secondo step fu poi l'avvento dell'era digitale, che ha definitivamente trasformato delle scatole piene di ingranaggi in dispositivi completamente automatici.

Anche se possono sembrare dei modelli superati, frequentando i casinò online non è impossibile trovare delle slot machine a linea singola. Le videoslot di questo genere spiccano innanzitutto per la loro semplicità: al termine di ogni giro sarà sempre estremamente facile comprendere se si è vinto perché l'unica fila che dovremo tener d'occhio sarà sempre e solo quella centrale.

 

Il fascino del vintage

Alcuni casinò terrestri custodiscono gelosamente alcuni esemplari delle vecchie slot machine meccaniche e, anche se sempre più raramente, è possibile trovare alcune di questi dispositivi nelle sale. Ben presto, è probabile che anche questi ultimi cimeli finiscano direttamente all'interno dei musei, che potranno così mostrare al grande pubblico un pezzo importante della storia del gioco d'azzardo.

I casinò online, conoscendo i gusti di alcuni clienti, hanno pensato di ricreare, mediante i moderni software, i giochi di un tempo e sarà quindi possibile giocare con le prime versioni delle slot lassiche. Qualcuno lamenterà il fatto che non avendo la mitica leva a molla da tirare e senza il rumore dei rulli che girano, si fermano e pagano le vincite con il classico tintinnio delle monete, non sia la stessa cosa. Certo, non hanno torto, ma almeno per chi è troppo giovane, sarà sempre un modo di rivivere un pezzo di storia.