no gioco patologicono gioco patologico

gd casinoGiochi come il poker non necessitano di presentazioni particolarmente ampie, almeno in teoria. Da secoli ormai, infatti, questo gioco raduna appassionati di tutto il mondo nelle sale da gioco e su internet ma resta uno dei più praticati anche nelle partite fra amici e nelle serate in famiglia. L’aspetto più fenomenale è rappresentato dal fatto che col tempo sono emerse tantissime nuove modalità di gioco che hanno reso il poker un fenomeno davvero globale grazie anche al contributo non secondario della trasmissione in tv dei tornei.

Poiché, comunque, il pubblico dei lettori generalmente non è formato esclusivamente da chi gioca quasi ogni giorno, ma ci può sempre essere il neofita o, in alternativa, chi gioca ogni morte di Papa, per così dire, abbiamo scelto di dedicare spazio a un riepilogo delle principali regole del poker. In tale occasione, abbiamo approfittato anche per affrontare un argomento legato a uno degli aspetti più importanti di questo gioco, ovvero l’interpretazione di segnali involontari nel comportamento e nell’atteggiamento degli avversari.

Può sembrare banale, ma questi segni inconsci possono davvero essere un fattore decisivo, come vedrete e come scoprirete giocando. Ciò avviene perché nel poker esistono anche delle regole non scritte probabilmente molto più importanti di quelle effettivamente codificate: tutti, ad esempio, sanno che, finché non si arriva al termine della mano, bisogna nascondere quanto possibile il proprio punteggio e le proprie intenzioni, altrimenti l’avversario verrà facilitato.

 

Il Poker: le sue numerose varianti e le migliori strategie

La parte più consistente del nostro lavoro, comunque, è stata rivolta al riepilogo delle principali varianti di poker. Con gli anni, infatti, accanto alla versione classica di questo gioco (cioè quella a cinque carte coperte o Five Card Draw Poker) sono apparse molte altre varianti e la crescita del gioco online ha influito notevolmente su tale tendenza. Le varianti cui abbiamo deciso di dare spazio sono tutte molto famose e piuttosto comuni anche nei casinò online legali, come la Teresina (o Telesina) o il Caribbean Stud Poker.

Ovviamente, un sito sul gioco d’azzardo che si rispetti non sarebbe tale se non prevedesse l’argomento relativo al Texas Hold’em, probabilmente la versione di poker più giocata online e nei casinò terrestri ma, altrettanto probabilmente, uno dei giochi più gettonati in assoluto grazie ai numerosi tornei disponibili praticamente tutti i giorni su tutte le piattaforme di gioco. La presenza di modalità di gioco particolarmente agili e veloci, come Freeroll e Sit & Go, ad esempio, ha favorito l’afflusso di molti principianti che in poco tempo hanno imparato acquisendo sicurezza ed esperienza.

Se queste espressioni non vi dicono niente, comunque, non preoccupatevi, in quanto chi non ha mai giocato a Poker, grazie alle nostre guide potrà partire avvantaggiato in quanto troverà tutto il necessario per farsi un’infarinatura molto solida e potrà affrontare le prime partite con maggiore fiducia in sé stesso. Infine, l’ultima variante su cui ci concentreremo è l’Omaha, un parente strettissimo del Texas Hold’em Poker con cui condivide alcune caratteristiche in comune.

Quest’aspetto è anche il motivo per cui i giocatori meno esperti tendono spesso a confondere queste due discipline che prevedono, tuttavia, un uso leggermente diverso delle carte in comune, come avremo modo di vedere. La parte più interessante, comunque, è legata alle strategie da usare per vincere a Poker. C’è da dire che ogni gioco tende a seguire degli schemi differenti, quindi, anche se è possibile individuare alcuni comportamenti che torneranno sempre utili a prescindere dalle tipologie di poker che giocherete, starà anche a voi avere la bravura di riuscire ad adattarvi alle diverse sfide che vi si presenteranno davanti.

Il vantaggio che il poker assicura ai propri giocatori consiste principalmente nel fatto che, già a livelli medio-alti, senza scomodare il mondo a parte del professionismo, difficilmente vince il giocatore più fortunato. Più che altro, il giocatore più fortunato generalmente è anche il più bravo. Il poker è un gioco meritocratico, per così dire, quindi riflettere molto durante il gioco aiuta tantissimo, così come è di grande utilità riuscire a calcolare rapidamente le probabilità di vincita in base alla mano di cui si dispone, ma di questo parleremo con più precisione nella pagina dedicata alle strategie per il poker.

Il Gioco della Telesina - Una Variante del Poker Online

 

gd casinoSono tantissime le varianti del poker che è possibile giocare oggigiorno sia online che dal vivo. Se fino a poco tempo fa, in Europa, si giocava il classico poker alla francese (o all'italiana per noi), oggi le possibilità di scelta tra i vari giochi di poker sono aumentate a dismisura.

I programmi tv dedicati al Texas Hold'em e la legalizzazione del poker online nel nostro paese hanno portato anche in Italia la febbre per questo gioco che è riuscito a mettere in secondo piano le varianti che fino a a qualche anno fa erano più diffuse come il poker a cinque (o five card draw) o, per citarne solo un'altra, la Telesina. Ciò non impedisce che, comunque, molti appassionati di vecchia data siano rimasti sulle loro posizioni e continuino, quindi, a prediligere versioni di poker che oggi sembrano più trascurate.

 

La Telesina, ovvero il Poker a carte (quasi) scoperte

La Telesina o Teresina viene generalmente considerato come uno dei giochi d'azzardo per eccellenza: infatti, se il poker a 5 carte consente di puntare solo in due fasi distinte (cioè una dopo aver ricevuto le carte e una seconda volta dopo il cambio), quando si gioca a Teresina la situazione cambia radicalmente e il metodo di puntate è molto più simile a quello dei giochi americani.

Precisiamo che la Teresina ha un numero molto alto di varianti e può essere quindi giocata secondo regole abbastanza differenti, ma il comun denominatore tra di esse è determinato dal fatto che le fasi di puntata sono più numerose e, quindi, i piatti tendono a essere più pesanti del solito. Stanti queste condizioni, l'abilità del giocatore acquista un ruolo più importante, in quanto ogni volta che ci si trova a dover effettuare una puntata ci si espone anche al rischio di sbagliare. In poche parole, a vincere sarà chi sarà in grado di prendere il maggior numero di scelte corrette o, per meglio dire, a sbagliare di meno.

Possiamo paragonare la Teresina al 5 Card Stud o al 7 Card Stud a seconda della versione di Teresina che si gioca. La Teresina, nella sua versione più tradizionale, si svolge in questo modo: il mazziere distribuisce a tutti i giocatori due carte, il giocatore deciderà quale sarà visibile e quale terrà coperta, colui che avrà la carta scoperta migliore sarà il primo a parlare, potrà passare la parola al giocatore seguente o puntare.

Dopo di questo primo giro, sarà distribuita un'altra carta scoperta a tutti i giocatori rimasti e inizierà un altro giro di puntate a partire da colui che mostra il punto migliore al tavolo. Si andrà avanti così fino ad avere 4 carte scoperte e una coperta per ogni giocatore. Poiché i giri di puntate sono più numerosi del solito, nella Telesina si tende anche a fissare dei limiti massimi puntata, anche se tale regola rimane sempre a discrezione dei giocatori o dei casinò. Nelle partite tra amici, è frequente il ricorso a mani di Telesina durante le partite di poker a cinque carte: in genere, si disputa un giro di Telesina non appena una mano si conclude con un Full visto. Per il resto, la Telesina rispetta tutte le regole principali del gioco classico ma non prevede alcuna possibilità di cambio di carte.

Infine, come dicevamo in precedenza, della Telesina è frequente trovare molte varianti che in genere sono accomunate dalla presenza di una o più "vele", ovvero delle carte comuni che vengono poste al centro del tavolo per essere scoperte pian piano. Il motivo per cui si ricorre alle vele, in genere, consiste nell'intenzione di incrementare l'imprevedibilità del gioco e determinare ulteriori fasi di puntata per arricchire il piatto. Di solito, il giro di Telesina viene svolto anche per rendere meno monotone le partite di poker tradizionale.

 

La Telesina online

Nelle poker room online legali, questo tipo di gioco non è molto diffuso. Gli operatori italiani (ma la situazione è analoga anche all'estero) hanno preferito puntare su giochi più conosciuti come il Texas Hold'em o il Pot Limit Omaha anche perché si adattano meglio alle formule di gioco via internet e per lo svolgimento di tornei tra decine e decine di giocatori. Al momento, l'unico casinò online AAMS a offire la chance di giocare con questa variante è quello di Sisal, ma ciò non toglie che, se vorrete fare una partita di Telesina, non possiate tornare alle buone vecchie abitudini che vedevano gruppi di amici riunirsi alla sera per giocare e divertirsi assieme.

Il Gioco 5 Card Draw - Una Variante del Poker Online

gd casinoPiù che una semplice variante di poker, il five card draw o poker a cinque carte per secoli ha rappresentato il Poker per eccellenza, quello più giocato nei casinò, nelle bische clandestine, nei salotti "bene", nei circoli più o meno esclusivi e, soprattutto, nelle partite tra amici. Il fascino di questo gioco ci riporta indietro nel tempo fino ai saloon del vecchio west e agli innumerevoli colossal cinematografici che hanno spesso avuto il five card draw come tema centrale.

Basti pensare, ad esempio, alla memorabile scena della partita in treno nel film La Stangata o al meno famoso Cincinnati Kid, per non parlare dell'italianissimo Regalo di Natale (e del relativo sequel, La Rivincita di Natale).

Un aspetto che viene rimarcato spesso anche nei film riguarda il fatto che il poker a cinque carte eleva alla massima potenza la componente psicologica del gioco, in quanto l'assenza di carte comuni non offre alcun tipo di informazione al giocatore sulle possibili mani degli avversari e dovremo effettuare solo congetture sulla base del numero di carte cambiate e sul tipo di puntate effettuate.

Un buon giocatore di poker a cinque carte ha una buona sensibilità ed è in grado di sfruttare l'arte del bluff a suo favore molto meglio dei suoi avversari. Il bluff diventa una delle armi più potenti che si possano utilizzare, ma solo a patto di saperlo padroneggiare. Uno dei luoghi comuni più diffusi tra gli inesperti, quando ci si trova a parlare di poker, è che per vincere bisogna bluffare. In realtà per vincere a Poker (in tutte le sue varianti) bisogna saper bluffare nel modo giusto ma anche saper riconoscere il bluff dell'avversario, e questa è una cosa ben differente.

 

Le regole del poker a cinque carte

Che si tratti di poker dal vivo o di poker online, le regole del five card draw restano invariate. La partita si gioca grazie all'uso di un mazzo di 52 carte francesi senza i jolly e dal quale vengono eliminate delle carte in funzione del numero dei giocatori che partecipano alla partita. Solitamente si gioca in tavoli composti da un minimo di due, fino ad un massimo di cinque giocatori. Questo vale in Italia e nel resto d'Europa, mentre negli Stati Uniti si usa l'intero mazzo di carte a prescindere dal numero di giocatori al tavolo.

Prima della distribuzione delle carte, ciascun giocatore deve scommettere un importo prefissato detto invito e la somma di questi inviti forma il piatto iniziale. Si procederà quindi a distribuire cinque carte coperte a ciascun giocatore in senso orario. Di solito il ruolo del mazziere è occupato da uno dei giocatori e cambia a ogni mano in senso orario. Nei casinò, in genere, vi sarà un impiegato con funzione di dealer che si occuperà di amministrare la partita e di distribuire le carte. Il bello del poker a cinque carte sta, innanzitutto, nel fatto che sfideremo altri giocatori e non il Banco.

Terminata la distribuzione delle carte a turno, i giocatori decideranno se aprire o meno, ovvero piazzeranno una puntata, a patto però di essere in possesso almeno di una coppia di jack. Nel caso in cui nessuno dei partecipanti sia in grado di aprire, la mano verrà annullata e si procederà a distribuire nuovamente le carte. Il piatto finora generato resterà in gioco e i partecipanti dovranno mettere nuovamente l'invito per partecipare alla mano e il livello minimo di apertura salirà di un gradino (quindi sarà necessaria una coppia di Regine e, in caso di ulteriore impasse, una coppia di Re o di Assi per tutti i giri successivi finché nessuno riuscirà ad aprire il gioco).

Appena uno dei partecipanti punta, gli altri giocatori potranno scegliere di chiamare o rilanciare e, alla fine di questa fase, sarà possibile sostituire fino a quattro delle carte possedute. Il giocatore che non vuole cambiar carte si dichiarerà "servito" e verrà invitato a prendere la parola per primo nel giro finale di puntate. Se rimangono in gioco almeno due giocatori questi sveleranno le proprie carte per stabilire il vincitore della mano, mentre se ne rimane solo uno questi risulterà vincitore e non sarà obbligato a mostrare il punteggio. Come potete vedere le regole sono abbastanza semplici, tuttavia non fatevi trarre in inganno perchè per sapere giocare al five card draw da veri professionisti, occorrerà tanto studio e pratica, motivo per il quale la percentuale di persone che per professione giocano a poker è nettamente inferiore a quello dei semplici appassionati.

Ricordiamo che nel poker a cinque carte all'italiana esistono delle piccole differenze rispetto al poker americano. Oltre al numero di carte in gioco, infatti, è in parte differente la gerarchia di alcuni punteggi. In particolare, nel poker europeo un Full batte sempre una Scala e vale meno del Colore, mentre oltreoceano questa situazione è rovesciata: il Colore, infatti, batte la Scala ma non il Full. Questa differenza ha una spiegazione molto semplice: il maggior numero di carte disponibili, consente ai giocatori americani di avere maggiori chance di realizzare un Colore e per tale motivo questa combinazione è stata per così dire declassata.

 

Il Poker a cinque carte nei casinò online italiani

Come abbiamo già sottolineato quando abbiamo parlato della variante della Telesina, le poker room italiane offrono una moltitudine di tornei e tavoli con formule di gioco molto diverse, tuttavia è molto raro imbattersi in partite che non siano di Texas Hold'em o di Omaha. E questo vale sia per i casinò online che per i siti più specializzati sul poker, come PokerStars e vari altri. Tuttavia, questa versione di poker rimane ancora oggi quella più giocata nelle partite dal vivo, poiché è molto più facile da gestire rispetto a un tavolo da Hold'em che richiede una persona che si occupi stabilmente della distribuzione delle carte.

Se volete quindi divertirvi con qualche partita di five card draw, ora sapete dove potrete trovare ciò che state cercando. Se non avete mai giocato a questo gioco e vi siete incuriositi grazie alla lettura di questo articolo, vi consigliamo di iniziare con i tavoli per soldi finti prima di andare ad investire denaro. Ciò vi permetterà di farvi una base solida ed evitare di buttare via denaro a causa dell'inesperienza e della poca conoscenza nei confronti dei comandi di gioco.

Il Gioco Texas Holdem - Una Variante del Poker Online

gd casinoIl Texas Hold'em o poker alla Texana è sicuramente il gioco di carte di più grande successo che sia mai stato inventato e, in pochi decenni di vita ha visto una crescita che ha quasi dell'incredibile, così come sono incredibili tante vicende legate ai personaggi che hanno contribuito a scrivere la storia di questo gioco.

Il Texas Hold'em chiaramente nasce negli Stati Uniti, dove riscuote fin da subito un grande successo, ma il luogo che ha saputo consacrarlo come gioco di carte più famoso del mondo è senza alcun dubbio la Sin City, Las Vegas, dove vedono la luce le WSOP - World Series of Poker, ovvero i campionati del mondo che ogni anno attraggono nella torrida città del Nevada decine di migliaia tra appassionati e professionisti, alla caccia dei ricchi premi, ma sopratutto di uno dei tanto ambiti braccialetti di campione del mondo.

Il gioco vive negli anni una crescita esaltante, ma è l'avvento del poker online a segnare la sua definitiva consacrazione a vero e proprio fenomeno di massa nel giro di una decina d'anni. Uno dei personaggi che vanta il merito maggiore è senz'ombra di dubbio Chris Moneymaker, contabile americano che si aggiudica grazie a un torneo online dal costo di soli 39 dollari un posto per giocare (e vincere) il main event dei campionati del mondo.

Questa vittoria gli permetterà di incassare un premio di oltre 2,4 milioni di dollari che cambierà per sempre la sua vita e quella di milioni di persone che, oggi, per hobby o per mestiere, giocano a Texas Hold'em online o dal vivo. Il gioco su internet, infatti, si basa sulle stesse regole vigente nei tavoli fisici e, per di più, gode di una forte sinergia tra il mondo dei casinò online e quello dei casinò terrestri, perché molti tornei online mettono in palio la qualificazione per eventi che si svolgono in vere sale da gioco.

 

Come si gioca a Texas Hold'em Online

Per giocare a poker Texas Hold'em online, dovrete aprire un conto di gioco presso una delle tante poker room online legali che spesso sono affiancate ai più famosi casinò online. Ovviamente, chi ha già un account presso una sala da gioco non avrà bisogno di registrarsi di nuovo per giocare a poker nello stesso sito e potrà usare anche i soldi già caricati. Giocando online potrete scegliere tra due modalità principali:

  • il cash game, dove giocherete con dei gettoni che rappresentano denaro reale, quindi tutto ciò che vincerete rappresenterà la vincita effettiva e se perderete tutto potrete acquistare altre chips (modalità di gioco che è assolutamente sconsigliata ai principianti per l'alto rischio di gravi perdite);
  • modalità torneo, nella quale ogni giocatore paga una quota fissa d'iscrizione e riceve un determinato numero di chips che, una volta perse decretano, l'eliminazione del giocatore: il torneo viene vinto dall'ultimo giocatore rimasto in gara, ma spesso sono previsti premi anche per chi si piazza ai primi posti. Questa modalità in genere si disputa su molti tavoli, quindi vede la partecipazione di parecchi giocatori e richiede un tempo più lungo.

La partita è molto semplice: si gioca su tavoli dove sono presenti un massimo di 10 giocatori e si inizia con il pagamento da parte di un giocatore del piccolo buio (Small Blind), pari a metà della puntata minima per giocare, mentre il giocatore affianco paga il grande buio (Big Blind), pari alla puntata minima. Queste puntate sono obbligatorie e quando si gioca online è il software stesso che provvede al pagamento. Un giocatore funge invece da mazziere e le posizioni cambiano ogni mano in senso orario. Ogni giocatore riceve due carte coperte e, a distribuzione ultimata, il giocatore seduto affianco al Big Blind ha per primo la parola per effettuare un primo giro di puntate questa fase viene denominata pre-flop). Le scelte a disposizione sono varie:

  • Fold: il giocatore lascia la mano e perde le eventuali puntate piazzate fino a quel momento
  • Call: equivale a vedere la puntata di un altro giocatore (senza quindi rilanciare). Nel pre-flop il call equivale a puntare la somma del Big Blind.
  • Raise: il giocatore rilancia aumentando la puntata di un altro giocatore
  • Check: equivale a passare la mano senza però lasciare definitivamente.

Terminata questa fase, il dealer girerà sul tavolo tre carte scoperte comuni, dette flop, che potranno essere usate dai giocatori per creare il miglior punto di poker utilizzando cinque carte in totale. Segue a questo punto un nuovo giro di puntate. Terminate le puntate il dealer gira una quarta carta comune, detta turn e nuovamente si procederà con le puntate. Il giro di puntate finale avverà con la scopertura della quinta carta, detta River. Terminata questa fase i giocatori ancora attivi nella mano mostreranno le loro carte per confrontare il punteggio migliore e decretare il vincitore.

Va detto che la mano potrebbe terminare in un qualsiasi momento: basterà che tutti i giocatori tranne uno rinuncino a proseguire nella mano. A Texas Hold'em le puntate sono libere e ciò significa che all'occorrenza un giocatore potrà dichiarare l'all-in, ovvero punterà tutte le chips in suo possesso in un colpo solo. Questa mossa particolarmente aggressiva crea suspence ed adrenalina ed è uno dei motivi per cui questo gioco ha avuto tanto successo anche in tv.

 

Giocare a Poker gratis e vincere soldi veri

Sicuramente qualcuno penserà che vincere soldi a poker gratis sia impossibile o che sia semplicemente un modo per invogliare le persone a spendere i propri soldi, ma in realtà non è così. Per scopi pubblicitari, le poker room investono dei piccoli budget in tornei gratuiti dove è possibile vincere delle cifre di denaro da rigiocare a tornei per soldi veri.

Al contrario di quanto accade per i bonus gratuiti dei casinò online, i bonus gratis offerti nei tornei freeroll di poker sono spesso molto ricchi. Vi sono state occasioni in cui sono stati messi in palio anche 100.000 euro. I tornei con formula freeroll, infatti, in genere non richiedono quote d'iscrizione, quindi se si è abbastanza bravi ci si può divertire gratis e vincere pure qualche bella somma. Sono molte le storie di giocatori professionisti che hanno iniziato a giocare a poker online da studenti squattrinati proprio con questi freeroll  trovandosi poi a guadagnare migliaia e, in alcuni casi, milioni di dollari.

Vincere a Texas Hold'em dipende solamente da voi e dalla vostra voglia di impegnarvi. Fondamentale sarà avere il giusto autocontrollo nei momenti sfortunati oltre a sapere amministrare bene i soldi a disposizione. Certo è che giocare a Texas Hold'em online è estremamente divertente e sopratutto è alla portata di tutti, anche di chi vuole divertirsi spendendo poco o, come abbiamo appena visto, proprio nulla.

Il Gioco Caribbean Stud Poker - Una Variante del Poker Online

 

gd casinoIl Caribbean Stud Poker è un gioco che sta avendo un ottimo successo soprattutto a livello di casinò online. Si tratta di una disciplina non molto diversa dal 5 Card Draw, anche se ci sono comunque alcune differenze che rendono questo gioco abbastanza unico nel suo genere. Questo tipo di pokerinfatti, si gioca contro il mazziere e non contro altri giocatori. Il vostro obiettivo è quindi ottenere un punteggio migliore di quello del banco.

Le origini di questo gioco non sono ben chiare: da una parte, il nome sembrerebbe indicare un gioco nato in una non meglio precisata località caraibica e diffusosi nel resto del mondo grazie alle rotte delle navi da crociera, dall'altra c'è registrare anche l'opinione del famoso esperto di giochi d'azzardo David Slansky che ha dichiarato di aver inventato il Caribbean Stud Poker all'inizio degli anni '80 dello scorso secolo. Non siamo in grado di stabilire quale delle due ricostruzioni sia più attendibile, anche se la prima ipotesi appare più credibile.

 

Le regole del Caribbean Stud Poker

La partita inizia con il posizionamento di una puntata da parte del giocatore, detta Ante, che serve ad ottenere il diritto di ricevere le carte. A questo punto, il Banco distribuirà cinque carte scoperte a chi vorrà giocare e altrettante a se stesso. Solo una di queste carte sarà scoperta, mentre le altre quattro resteranno coperte. Se il giocatore reputerà le sue carte buone e vorrà giocare contro il banco dovrà puntare nuovamente, questa volta per un importo pari al doppio della scommessa iniziale oppure scegliere di ritirarsi e perdere il denaro dell'Ante.

Per essere considerata una mano valida, il Banco deve avere tra le 5 carte almeno un Asso e un Re (che in gergo viene definita High Hand), in caso contrario si parlerà di No Hand e al giocatore verrà pagato un premio pari a una volta puntata Ante. Ovviamente, Asso-Re è solo il punteggio minimo senza combinazioni specifiche, ma una qualsiasi coppia sarà già sufficiente perchè la mano del banco sia considerata valida. Se il Banco ha una High Hand, il gioco continua e i giocatori rimasti attivi dovranno effettuare un rilancio pari al doppio dell'Ante. Al termine di questa fase, il Banco scopre le sue carte (questa fase viene denominata Showdown) e confronta i punteggi per stabilire i vincitori. Se la mano del giocatore e quella del mazziere risultano uguali, la partita è da considerarsi nulla e la puntata torna al giocatore. Il giocatore che lascia prima del Bet perde la puntata Ante.

Le vincite del Caribbean Stud Poker si basano su due fattori. Infatti, vengono presi in considerazione il valore della puntata del giocatore e il punteggio ottenuto al termine della mano: chi vince una mano grazie a una semplice coppia otterrà una vincita minore rispetto a chi riesce ad avere un Full, ad esempio. Per avere un'idea di queste vincite basta consultare la tabella dei pagamenti che, giocando online, avrete sempre a portata di mano. Sostanzialmente, più alta è la combinazione con cui vincete la mano e più ricco sarà il vostro premio.

Il gioco è molto semplice e si può considerare molto simile al videopoker anche se nel Caribbean Poker non è prevista la sostituzione delle carte. In questo gioco è fondamentale comprendere la tabella dei pagamenti e vedere quali sono le opzioni migliori offerte dal casinò in caso di vincita. Per trovare la poker room che più si addice al vostro stile di gioco o che offre i premi migliori non resta che fare un giro nelle varie sale da gioco e dare un'occhiata alle varie tabelle dei pagamenti.

 

IL JACKPOT PROGRESSIVE DEL CARIBBEAN POKER

In realtà, abbiamo volutamente scelto di lasciare per ultima la caratteristica che è in grado di rendere davvero unico questo gioco e che gli ha permesso di ottenere così tanto successo, ovvero il Jackpot Progressive. Nel Caribbean Poker, infatti, è possibile scegliere, nel momento stesso in cui piazzate l'ante, di puntare una piccola somma sul jackpot che vi permetterà di accedere a premi da capogiro ogniqualvolta riusciate a realizzare alcuni dei punteggi più alti del gioco. Di solito per vincere il jackpot progressive bisogna realizzare un Poker, una Scala Colore e una Scala Reale, anche se le ultime versioni di questo gioco hanno esteso il pagamento del Jackpot, seppur in forma minore, anche a mani di valore più modesto, come ad esempio il Colore.

Sappiate che il jackpot progressive del Caribbean Poker, nel caso riusciate a centrare una Scala Reale, vi pagherà cifre da sogno, a volte milionarie. Per questo motivo, visto che in genere basta un solo euro per partecipare, vi consigliamo di non precludervi mai questa possibilità che è presente sia nei casinò online che in quelli terrestri. Questa versione di poker, infatti, è molto diffusa e grazie al suo regolamento semplice unito alla possibilità di centrare delle vincite molto alte trova posto in molti casinò virtuali e non.

Il Gioco Omaha - Una Variante del Poker Online

 

gd casinoCi sono tante varianti di poker tra le quali scegliere e se il Texas Hold'em è quello più famoso e diffuso, l'Omaha stà guadagnando in notorietà nell'ultimo periodo soprattutto nei tavoli cash game. Tutti i più grandi giocatori di poker del mondo si cimentano ai tavoli di Omaha (in particolare nella versione Pot Limit), mentre normalmente la versione del Texas Hold'em più giocata è quella No Limit.

La differenza tra Pot Limit e No Limit è piuttosto semplice: nel primo caso, le puntate non possono mai superare il valore del piatto, mentre nel secondo non avremo alcuna limitazioni e potremo usare ll'All in a piacimento. La formula No Limit è più frequente nei tornei, mentre la Pot Limit prevale nei cash game anche se non necessariamente.

L'Omaha, come vedremo a breve, è un gioco un po' più complesso del Texas Hold'em, ma allo stesso tempo è in grado di offrire molte più soddisfazioni a chi ha deciso di applicarsi seriamente a questa variante di poker. Le regole, infatti, sono molto simili a quelle previste per il poker texano, tuttavia ci sono alcune differenze che ogni tanto mandano in tilt i giocatore meno esperti che sono convinti di giocare a una sorta di clone del Texas Hold'em.

 

Le regole dell'Omaha: occhio alle differenze col Texas Hold'em

L'Omaha deriva direttamente dal Texas Hold'em e questo spiega la presenza di numerose analogie tra questi due giochi.  Tuttavia, una delle differenze sostanziali è data dal fatto che ogni giocatore, all'inizio della mano riceverà ben quattro carte coperte, quindi il doppio rispetto a quanto avviene nel poker texano. 

Inoltre, una regola che spesso sfugge a chi è abituato alle logiche proprie del Poker Texas Hold'em riguarda l'uso di tali carte. Infatti, per creare il proprio punteggio, dovremo utilizzare per forza due delle quattro carte possedute insieme a tre delle carte comuni. Spesso ciò provoca confusione nei principianti, poiché nella variante texana non c'è alcun limite nell'uso delle carte personali e delle carte comuni. Per questo motivo, vi consigliamo vivamente di iniziare con i tavoli dimostrativi fino a quando non vi sarete abituati a questa situazione, al fine di evitare di regalare denaro ai vostri avversari a causa di errori causati dall'inesperienza.

Tutte le altre regole del gioco riprendono sostanzialmente quelle del Texas Hold'em, con i due bui obbligatori (Small e Big Blind) da piazzare prima della distribuzione delle carte e le fasi di pre-flop, flop, turn e river intervallate da giri di puntate. Anche in questo gioco, la partita potrà interrompersi nel momento in cui resti attivo un solo giocatore anche se ancora non sono state girate le cinque carte comuni o addirittura anche se non è stata girata nemmeno una. Tuttavia, durante una partita di Omaha, poiché tutti i giocatori sono sempre obbligati a usare tre delle carte comuni, è più frequente che la mano si risolva solo dopo il River. Ciò sottopone i giocatori a più decisioni difficili da prendere a ogni mano, ma soprattutto determina la necessità di un approccio mentale molto differente.

Di questo gioco esistono anche diverse varianti. La più celebre e divertente è probabilmente quella chiamata Omaha Split 8 or Better (detta anche Omaha Hi Lo), dove a risultare vincente sarà non solo il punto migliore, ma anche quello peggiore. A ogni mano, infatti, il piatto sarà diviso in due parti uguali e assegnato ad altrettanti giocatori. Queste caratteristiche rendono le partite di Omaha ancora più avvincenti grazie alla maggiore imprevedibilità. Sarà davvero difficile capire a quale premio punteranno gli avversari e ciò ovviamente favorisce il giocatore che si muove con più attenzione.

Come abbiamo visto, nelle prime partite di Omaha è davvero facile fare confusione e conosciamo molti giocatori proveniente dal Texas Hold'em che hanno perso delle partite solo per l'errata convinzione di avere un punteggio che, sempre per la famosa regola dell'uso obbligatorio di due carte personali + tre carte comuni, da regolamento non era valido. Uno dei segreti per vincere a Omaha Poker, quindi, è il costante esercizio insieme al mantenimento della massima concentrazione.

 

L'Omaha Poker Online

Nelle poker room online legali, troveremo quasi sempre tavoli in cui è possibile giocare ad Omaha, sia nella versione a torneo che in quella cash game e in quasi tutte le sale sarà possibile giocare anche nella versione con denaro virtuale, molto utile per prendere dimestichezza con questa variante di poker decisamente più tecnica del Texas Hold'em. Analogamente, anche per l'Omaha troveremo tornei con iscrizione gratuita, i cosiddetti tornei freeroll che ci faranno giocare senza dover investire denaro di tasca nostra. I freeroll di Omaha non sono frequenti come quelli di Texas Hold'em, tuttavia le possibilità non mancano e visto che non costa nulla conviene provare.

In conclusione, se già da tempo giocate a Texas Hold'em ma state cercando qualche nuovo stimolo, siamo certi che l'Omaha sarà in grado di soddisfare le vostre aspettative e che, giocandoci, ritroverete lo stesso entusiasmo che avevate nei vostri primi tornei di poker con due carte coperte, dovrete solo avere la voglia di imparare le nuove dinamiche di gioco, insieme a una buona dose di pazienza che vi aiuterà a superare gli insuccessi iniziali che fanno sempre parte del gioco.